RACCOGLIENDO MI TRASFORMO

RACCOGLIENDO MI TRASFORMO

Progetto realizzato grazie al contributo della Fondazione Grimaldi e alla raccolta di crowdfunding sulla Piattaforma Meridonare.

Questo sacchetto di farina di granturco rosso è il risultato finale di una tra le attività di coltivazione di prodotti della terra che fanno parte del più ampio progetto “Raccogliendo mi trasformo“ realizzato dall’ Associazione “La Bottega dei Semplici Pensieri”, in collaborazione con il Dipartimento di Agraria della Università Federico II.

La semina, la raccolta e la trasformazione del Granturco rosso in farina è stata svolta al “Centro di Sperimentazione di Castel Volturno”, che ha messo a disposizione dei ragazzi la terra, la struttura e le competenze perchè fossero parte attiva nell’intero processo di crescita del granoturco rosso, dalla semina alla raccolta.
L’azienda Limagrain ha, gentilmente, fornito il granturco e l’attività si è svolta sotto la guida e la consulenza del Dott. Vincenzo Di Meo e della Dott.ssa Elena Silvestri, nostra agronoma.

Agli inizi di maggio i ragazzi hanno seminato il Mais e dopo l’estate lo hanno raccolto, sgranato, selezionato ed essiccato presso il Centro. Un campione è stato poi inviato all’Istituto Zooprofilattico del Mezzogiorno per essere analizzato e verificarne la qualità e l’assenza di microrganismi dannosi.
Al Mulino “Aldo Bruno” di Montella (AV), sotto la guida del proprieta-rio, i ragazzi hanno assistito alla macinazione ed alla trasformazione del mais in farina utilizzando l’antica macinazione a pietra.
La farina è stata raccolta in sacchetti ed etichettata. Le etichette sono disegni semplici elaborati dai ragazzi .
Il suo significato e la sua importanza vanno al di là del suo contenuto.
Si ringrazia, in particolare, il Prof. Matteo Lorito, Direttore del Dipartimento di Agraria che ha creduto in questo progetto fornendo un supporto istituzionale fondamentale.

RACCOGLIERE PER TRASFORMARE E DI CONSEGUENZA TRASFORMARE SE STESSI
2016-2017

"Raccogliendo...mi trasformo" è un progetto che nasce nel settembre del 2016 come stage formativo e momento di aggregazione per i ragazzi della Bottega dei Semplici Pensieri. È pensato con l'intento specifico di avvicinarli alla natura e alla coltivazione della terra perché condividano l'impegno di una giornata di lavoro ma anche la soddisfazione finale del raccolto, così da migliorare lo spirito di gruppo e aiutarli a crescere.
La facoltà di Agraria della Università degli studi di Napoli è un sostegno importante in vista di quanto l'Associazione intende realizzare, una collaborazione ed un’unità di intenti che sarà l'elemento vincente di questa esperienza.
Durante il primo anno infatti i ragazzi frequentano assidua- mente il centro di sperimentazione di Castel volturno che fa capo al dipartimento di Agraria dell' Università Federico II . Lì coltivano un piccolo terreno, piantano il granoturco e apprendono nozioni basilari in agricoltura.
Il progetto segue tre diverse coltivazioni per tipologia e tempi di realizzazione: l'uva per la vendemmia, il granoturco per la farina, le melanzane dell'orto per le conserve.
Il vino sarà prodotto e imbottigliato da Cantine Astroni, il granoturco macinato presso il Mulino di Aldo Bruno a Montella per ricavarne farina, le melanzane trasformate in melanzane sottolio dall'agriturismo Villa Chiara.
Alla fantasia dei ragazzi è affidato il compito di disegnare le etichette per il vino e per tutti gli altri prodotti.
Nel corso di un evento finale a Villa Avellino, l'Associazione illustra i risultati raggiunti e il lavoro svolto confermando il successo del progetto e ponendo le basi per una seconda iniziativa.